Limiti di potenza per neopatentati

 

Secondo quanto previsto dall'art.117 c.d.s., i conducenti di motocicli e di autovetture sono soggetti a limitazioni di guida per un periodo iniziale dopo il conseguimento della patente.

Le limitazioni

I conducenti di autovetture, titolari di patente di categoria B rilasciata dall'1 gennaio 2010, per il primo anno dal conseguimento della patente stessa, non potranno condurre veicoli di elevate prestazioni (rapporto potenza-tara superiore a 50 kW/t); le limitazioni non operano per i veicoli di soggetti diversamente abili.

Per il calcolo della potenza specifica (PS) si deve dividere la potenza espressa in kW per la tara del veicolo espresso in tonnellate (dati ricavabili dalla carta di circolazione). Esempi:

• autovettura di 46 kW e tara 900 kg - si ha PS = 46/0,9 = 51,1 kW/t NON si può guidare perché superiore a 50 kW/t

• autovettura di 70 kw e tara 1.500 kg - si ha PS = 70/1,5 = 46,6 kW/t SI può guidare perché inferiore a 50 kW/t.

I titolari di patente B, rilasciata anche prima di quella data, per i primi tre anni devono rispettare il limite di velocità di 100 km/h in autostrada e di 90 km/h sulle strade extraurbane principali.

 

Scegli il modello e la motorizzazione

agila


Opel Agila

1.0 65 cv MT5 Euro 5

 

Nuova Opel Corsa

Benzina: 1.0 65 cv, 1.2 85 cv*corsa

Diesel: 1.3 CDTI 75 cv, 1.3 CDTI 95 cv*

GPL Tech: 1.2 85 cv

 

Opel Merivameriva

1.3 CDTI 75 cv F.AP. MT5 Euro 5

1.3 CDTI 95 cv F.AP. ecoFLEX MT5 Euro 5

 

Opel Astraastra

Ecoflex 95 cv con sistema Start & Stop di serie**

 

Opel Astra Sports Tourerastra st

Ecoflex 95 cv con sistema Start & Stop di serie**

 

*Alcune versioni potrebbero richiedere equipaggiamenti a pagamento. Tutti i dettagli disponibili presso la rete dei concessionari Opel.

 **Disponibile fino ad esaurimento stock.

 

Per ulteriori informazioni può contattare il Sig. Paul Ranigler al numero 348 9289286 oppure per E-Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sanzioni

Sono previste sanzioni amministrative pecuniarie (da euro 148,00 a euro 594,00) per il titolare di patente italiana che:

-nei primi due anni dal conseguimento della patente A, guida motocicli di potenza superiore a quella consentita;

-nei primi tre anni dal conseguimento della patente B, guida autovetture ad una velocità superiore a 90 km/h sulle strade extraurbane principali e 100 Km/h sulle autostrade;

-nel primo anno dal conseguimento guida autovetture con potenza superiore a quella consentita (la violazione può essere commessa solo dal titolare di patente B conseguita dall'1.1.2010).

Alla violazione consegue anche la sospensione della patente di guida da 2 ad 8 mesi.

Decurtazione di punti

Secondo quanto previsto dall'art.126-bis c.d.s. il titolare di patente da meno di tre anni vede raddoppiata la quantità di punti sottratta in relazione all'infrazione commessa. Così per il passggio con il semaforo rosso è prevista la perdita di 6, che diventano 12 se l'infrazione è commessa da un conducente in possesso della patente da meno di tre anni.

Dal 13 agosto 2010 è stato introdotto un nuovo meccanismo premiale: nel caso in cui il neopatentato non commetta violazioni che prevedono decurtazione di punti, verrà attribuito sulla sua patente di guida un punto ogni anno, fino ad un massimo di tre.

da http://poliziadistato.it/articolo/11365/